Diplopia

Diplopia binoculare

È la visione doppia che si verifica quando l’immagine di un oggetto che si sta osservando, cade su punti retinici diversi dei due occhi e quindi non si fonde l’immagine come unica.

La diplopia binoculare si può manifestare in presenza di traumi cranici come:

  • frattura del pavimento orbitario
  • lesione dei muscoli oculari estrinseci
  • trauma cranico
  • emorragia cerebrale

Oppure si può manifestare in assenza di trauma ed è legata a:

  • cause muscolari come deficit della motilità oculare (strabismo latente o manifesto, stress dell’accomodazione e della fusione motrice)
  • cause di deficit muscolari come miastenia grave e morbo di Graves (ipertiroidismo)
  • cause neurologiche come sclerosi multipla, sindrome di Guillan-Barrè, diabete
  • cause cerebrali come aneurisma, ipetensione arteriosa, emicrania, neoplasie

 

La diplopia binoculare  può essere corretta con lenti prismatiche ed addirittura variare o scomparire nel tempo, a seconda dei casi.

Diplopia monoculare

La diplopia monoculare si distingue dalla binoculare poiché se si chiude un occhio permane a differenza della binoculare che scompare chiudendo un occhio.

La diplopia monoculare è conseguente a:

  • distrofie corneali (da virus)
  • esiti trattamenti di chirurgia refrattiva laser
  • opacità del cristallino (cataratta)
  • distrofie maculari (maculopatia)

Esami diagnostici

Esami diagnostici utili per la diplopia:

  • quadro ortottico e Schema di Hess,
  • risonanza magnetica (tronco ed encefalo),
  • esami ematochimici ed eventuale ecodoppler carotideo.

Il trattamento specialistico di tale disturbo è affidato alla competenza dell’oculista.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi